FINALMENTE CONCLUSO L’ITER PER NORMARE LA COSTRUZIONE DI CASE SULL’ALBERO

 LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, PRIMA IN ITALIA, DISCIPLINA LA COSTRUZIONE DI CASE SUGLI ALBERI . 

treetopbuilder.net di iacopo gozzi progetta e costruisce le più belle case sugli alberi in italia

Casa sull’albero unità abitativa per ricettività turistica di alberghi e agriturismi progettata da treetopbuilder.net

Si è concluso l’iter che ha portato al decreto attuativo ed allegati tecnici che normano la costruzione di case sull’albero sul territorio della provincia autonoma di Trento.

Ringrazio fin da subito il sindaco di Sagron Mis avv. Luca Gadenz ed il consigliere regionale del Trentino Alto Adige e della provincia di Trento cav. Mauro Delladio, per la tenacia con la quale in questa materia hanno svolto il ruolo di apripista sul territorio nazionale. La documentazione che ho elaborato de iure condendo nella mia tesi di laurea è stata correttamente valutata e tenuta in considerazione per “per raggiungere lo scopo di introdurre nella normativa provinciale la possibilità di realizzare delle strutture sugli alberi.”

 

 

IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO:

 

Legge:

Regolamento:

  • Decreto del presidente della provincia 20 ottobre 2015, n. 16-30/Leg
    Regolamento di esecuzione dell’articolo 8 bis della legge provinciale 4 ottobre 2012, n. 19 concernente “Disciplina delle case sugli alberi nell’ambito dell’offerta turistica ricettiva” e modificazioni ad altre disposizioni regolamentari in materia di ricettività e agriturismo
    (testo ufficiale dalla banca dati del Consiglio Provinciale)

Provvedimenti:

 

Decreti:

  • DECRETO del Presidente della provincia n. 16-30 di data 20 ottobre 2015
    “Regolamento di esecuzione dell’articolo 8 bis della legge provinciale 4 ottobre 2012, n. 19 concernente “disciplina delle case sugli alberi nell’ambito dell’offerta turistico ricettiva” pprovazione del regolamento concernente “Disciplina delle case sugli alberi nell’ambito dell’offerta turistica ricettiva” e modificazioni ad altre disposizioni regolamentari in materia di ricettività e agriturismo.”e modificazioni ad altre disposizioni regolamentari in materia di ricettività e agriturismo

 

Per questioni di spazio riportiamo solo il testo senza commenti del decreto attuativo e non gli allegati tecnici che fanno parte integrante dello stesso, se desiderate visionare gli allegati è sufficiente fare una richiesta nei commenti lasciando il proprio contatto.

 

DISCIPLINA DELLE CASE SUGLI ALBERI NELL’AMBITO DELL’OFFERTA TURISTICA RICETTIVA

 

Capo I

Disposizioni generali

Art. 1

Oggetto

  1. Questo regolamento disciplina, in attuazione dell’articolo 8 bis della legge provinciale sui campeggi 2012, la realizzazione di alloggi sopraelevati dal suolo e integrati nella vegetazione, di seguito denominati “case sugli alberi”.

Art. 2

Definizione

  1. Le case sugli alberi sono unità abitative della struttura ricettiva destinate ad integrare l’offerta turistica mediante forme di ospitalità a stretto contatto con la natura.
  2. Le case sugli alberi sono dotate di una struttura statica autonoma realizzata in posizione sopraelevata dal suolo nell’ambito di contesti arborei di alto fusto.

Art. 3

Inserimento nelle strutture turistiche ricettive

  1. La realizzazione di case sugli alberi è consentita:
  2. a)    negli esercizi alberghieri previsti dall’articolo 5 della legge provinciale sulla ricettività turistica 2002;
  3. b)    negli esercizi extralberghieri previsti dall’articolo 30, comma 1, lettere a), b), e) ed f), ad esclusione delle case vacanze gruppi, della legge provinciale sulla ricettività turistica 2002;
  4. c)    nelle strutture ricettive all’aperto previste dall’articolo 3, comma 2, della legge provinciale sui campeggi 2012;
  5. d)    nei rifugi escursionistici previsti dall’articolo 23 della legge provinciale sui rifugi e sui sentieri alpini 1993;
  6. e)    nell’ambito delle attività agrituristiche previste dall’articolo 2 della legge provinciale sull’agriturismo 2001.

Capo II

Disciplina urbanistico-edilizia e ambientale

Art. 4

Criteri localizzativi

  1. L’allestimento di case sugli alberi è consentito nel rispetto della normativa vigente e dei vincoli e dei criteri di seguito indicati:
  2. a)    collocazione delle case sugli alberi in contesti alberati prossimi alle aree urbanizzate o dotate di opere di infrastrutturazione, per evitare fenomeni di frammentazione dei paesaggi aperti o boscati e di riduzione della loro funzionalità ecosistemica e per evitare interventi di urbanizzazione diffusa;
  3. b)    compatibilità dell’allestimento di case sugli alberi con le caratteristiche delle alberature; a tal fine il progetto di intervento è corredato da una relazione, redatta da un tecnico abilitato, certificante “lo stato di buona salute vegetativa” della vegetazione dell’area interessata;
  4. c)    integrazione nella vegetazione esistente attraverso interventi edilizi estensivi che ricerchino il migliore inserimento rispetto alla morfologia e al soprassuolo del contesto naturale di riferimento, assicurando la maggiore permeabilità possibile del terreno.

Art. 5

Titolo edilizio

  1. La realizzazione di case sugli alberi è soggetta a permesso di costruire ai sensi della normativa provinciale vigente in materia urbanistica.

Art. 6

Parametri strutturali

  1. La casa sugli alberi è realizzata su un unico livello ad una altezza minima ponderale di 2,5 metri, calcolata dal suolo all’estradosso del pavimento; nella parte sottostante la superficie della casa non sono ammessi volumi interrati, tamponamenti o riempimenti.
  2. Le case sugli alberi sono realizzate ad una distanza minima di otto metri l’una dall’altra; è consentita la realizzazione di non più di due unità abitative contigue se la superficie utile complessiva delle due unità è comunque inferiore a quella prevista dall’articolo 7, comma 2.
  3. Le case sugli alberi sono costruite con l’impiego di materiale naturale, con elementi modulari e facilmente smontabili, per assicurare la reversibilità dell’intervento; non è ammesso l’utilizzo di materiali imitativi del legno, di materiali plastici o simili.
  4. La struttura portante, che deve risultare staticamente autonoma rispetto all’alberatura esistente, è articolata su pilotis dimensionati secondo il criterio di massima snellezza. Le fondazioni sono ridotte al minimo e ricoperte con terreno vegetale, se richiedono puntuali elementi cementizi. L’area d’intervento non può essere impermeabilizzata.
  5. I percorsi pedonali di accesso alle case sugli alberi sono sistemati con materiali drenanti. L’accesso alla casa sull’albero è realizzato con modalità che consentano un sicuro esodo degli occupanti.

Art. 7

Parametri dimensionali

  1. La casa sugli alberi è un’unità abitativa costituita almeno da un locale adibito a stanza da letto e da un bagno privato completo. Non è consentita la realizzazione di locali o di vani adibiti a cucina.
  2. La superficie utile complessiva della casa sugli alberi non deve essere superiore a 30 metri quadrati compreso il bagno privato completo. La casa sugli alberi ad uno o due posti letto deve avere una superficie minima utile di 12 metri quadrati compreso il bagno privato completo; tale superficie minima utile è aumentata, rispetto alla misura di 12 metri quadrati, di:
  3. a)    4 metri quadrati per ogni ulteriore posto letto fino ad un massimo di 2 posti letto;
  4. b)    4 o 8 metri quadrati se all’interno dell’unità abitativa è ricavato rispettivamente un vano o un locale soggiorno.
  5. Il bagno privato completo deve avere una superficie minima utile di 3 metri quadrati.
  6. Ai fini del calcolo della superficie utile della casa sugli alberi si considera la superficie del piano calpestabile libero da ogni arredo e delimitato dalla porta, compresa la cabina-armadio; la superficie utile è misurata al netto di murature, pilastri, tramezzi, sguinci, vani di porte e finestre, scale interne e costruzioni accessorie esterne quali loggiati, pergolati, tettoie e tende da sole fisse. La superficie delle costruzioni accessorie esterne non può comunque superare il 25 per cento di quella prevista dal comma 2; è fatta salva la possibilità per il piano regolatore generale di individuare una percentuale inferiore.

Art. 8

Requisiti igienico-sanitari

  1. Le case sugli alberi sono realizzate nel rispetto dei seguenti requisiti igienico-sanitari:
  2. a)    altezza media ponderale per i locali abitabili, misurata all’intradosso del soffitto, non inferiore a 2,20 metri; gli eventuali soppalchi interni vanno destinati a deposito e non a funzioni abitative;
  3. b)    rapporto illuminometrico non inferiore a 1/10 della superficie del pavimento di ciascun locale;
  4. c)    rapporto di aerazione non inferiore a 8 metri cubi per posto letto.
  5. La casa sugli alberi è dotata di idoneo impianto igienico-sanitario per lo smaltimento dei reflui nel rispetto della normativa vigente.

Art. 9

Disposizioni antincendio

  1. Le case sugli alberi devono rispettare le prescrizioni previste dalla normativa in materia di prevenzione incendi in riferimento alla tipologia ricettiva nelle quali sono inserite.

Art. 10

Dotazione di parcheggi

  1. Per la definizione delle dotazioni di posti auto connesse all’allestimento di case sugli alberi si applica la disciplina relativa alla determinazione delle dotazioni di parcheggio necessarie per le diverse strutture ricettive.
  2. Non è ammessa la collocazione di parcheggi nella parte sottostante la superficie della casa.

Capo III

Disposizioni varie

Art. 11

Dotazioni minime delle case sugli alberi

  1. La dotazione minima delle case sugli alberi è costituita da un armadio o cabina-armadio con spazi riservati a ciascun ospite e, per ogni posto letto, un letto, una sedia o uno sgabello e un comodino o equivalente.
  2. Il bagno privato completo deve essere fornito di almeno un lavandino, una vasca o una doccia e un wc.

Il locale o vano soggiorno deve essere fornito di poltrone o divani o sedute in misura proporzionale al numero di posti letto autorizzati nell’unità abitativa.

Art. 12

Letto aggiunto

  1. Nelle case sugli alberi è consentita, a richiesta del turista che accompagna minori di età, l’aggiunta occasionale e temporanea di un letto, eventualmente anche a scomparsa.

Art. 13

Dizioni riservate

  1. L’uso delle dizioni “casa sugli alberi” e “case sugli alberi” nell’ambito dell’offerta turistica ricettiva è riservato alle unità abitative realizzate secondo quanto previsto da questo regolamento.

Capo IV

Modificazioni del decreto del Presidente della Provincia 25 settembre 2003, n. 28-149/Leg (Regolamento di esecuzione della legge provinciale 15 maggio 2002, n.7 “Disciplina degli esercizi alberghieri ed extra-alberghieri e promozione della qualità della ricettività turistica”)

Art. 14 – Art. 21

omissis (1)

Capo V

Modificazioni del decreto del Presidente della Provincia 20 ottobre 2008, n. 47-154/Leg (Approvazione del regolamento di esecuzione della legge provinciale 15 marzo 1993, n. 8 “Ordinamento dei rifugi alpini, bivacchi, sentieri e vie ferrate”, come modificata dalla legge provinciale 15 novembre 2007, n. 20)

Art. 22

omissis (2)

Capo VI

Modificazioni del decreto del Presidente della Provincia 15 luglio 2013, n. 12-114/Leg (Regolamento di esecuzione della legge provinciale 4 ottobre 2012, n. 19, concernente la ricezione turistica all’aperto)

Art. 23 – Art. 26

omissis (3)

Capo VII

Modificazioni del decreto del Presidente della Provincia 3 marzo 2003, n. 5-126/Leg – Regolamento di esecuzione del capo II della legge provinciale 19 dicembre 2001, n. 10 (Disciplina delle strade del vino e delle strade dei sapori)

Art. 27 – Art. 29

omissis (4)

Capo VIII

Disposizioni finali

Art. 30

Disposizioni transitorie

  1. Fino all’entrata in vigore del regolamento urbanistico-edilizio provinciale, la dotazione minima di parcheggi per le case sugli alberi è stabilità nella misura di un posto auto per ogni unità abitativa.

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in legislazione normativa case sugli alberi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.